Decreto Agosto: rifinanziamenti e semplificazioni per il settore dell’editoria

 



L’art. 96 del Decreto Agosto (D.L. n. 104/2020) ha introdotto importanti novità per il rilancio del settore dell’editoria.


 


Il Decreto Agosto ha rivisto l’art. 186 del D.L. Rilancio, rialzando i limiti di spesa con il passaggio da 60 a 85 milioni di euro del tetto massimo su cui calcolare il credito d’imposta del 50% delle spese effettuate per inserzioni e campagne pubblicitarie sui quotidiani e periodici, anche online, o sulle emittenti televisive e radiofoniche locali digitali e analogiche.


Vengono ampliate anche le agevolazioni ampliate per le imprese editrici di quotidiani e periodici iscritte al registro degli operatori della comunicazione.


L’incentivo per l’acquisto della carta utilizzata per stampare le testate, riconosciuto in via straordinaria per il 2020 passa dall’8 al 10%.


Viene aumentato anche il tetto di spesa massima su cui calcolare l’importo, che passa da 24 a 30 milioni di euro.


Novità importanti anche per la forfetizzazione della resa dei giornali: per il contributo dovuto per il  2019, i costi regolarmente rendicontati nel prospetto dei costi sottoposto a certificazione e presentato entro il 30 settembre 2020 possono essere pagati dai beneficiari entro 60 giorni dall’incasso del saldo del contributo.


Per la contribuzione 2020, se dall’applicazione dei criteri per il calcolo del bonus spettante per il 2020 risultasse un totale inferiore a quello erogato per il 2019, l’importo deve essere parificato a quello dell’anno precedente.